I problemi si risolvono soltanto prendendoli di petto. C’è il razzismo… Ma non è una novità. Come lo sconfiggi dal momento che la gentaglia vota per candidati che promettono politiche fondate su razzismo e pregiudizi?

Non mi sembra che l’aver inserito ipocritamente principi contro il razzismo nelle carte costituzionali e nei regolamenti degli organismi internazionali abbia fino ad oggi impedito ai razzisti di agire e di promuovere la loro ignoranza, vigliaccheria e violenza!

Gli organismi internazionali dovrebbero dunque occuparsi fin da subito di abolire concretamente il razzismo e l’antisemitismo, al pari dei pregiudizi ideologici fondati su un qualunque altro pseudo principio che non sia attinente, conseguente alla fraternità e l’amicizia tra popoli, religioni e culture, e contestualmente obbligare a fare altrettanto tutti i Paesi del mondo.

Tutti uniti, organismi internazionali, istituzioni e Stati dovrebbero pertanto colpire teorie e teorici razzisti, togliendo oltre al patrimonio e ai soldi, la libertà sia a chi diffonde e pratica azioni razziste inserendole nei programmi elettorali, che soprattutto a chi poi questi esseri immondi, vedi Trump il pazzo e i suoi insulsi seguaci ed emuli politici di tutto il mondo, li vota, perchè in uno Stato di diritto la libertà è realmente tale soltanto quando viene garantita per tutti indistintamente e senza differenze alcune.

Senza escludere poi il fare altrettanto, il colpire con estrema durezza quei social network che consentono ai razzisti di parlare e fare proselitismo…

Snapchat, che accusa Trump di incitare alla violenza razziale con i suoi deliri, ha annunciato recentemente di “non promuovere più” le sue farneticazioni: prendessero dunque tutti quanti esempio da questo che è tra i social maggiormente usato dai giovani!

Non penso che occorre essere dei geni per arrivarci. O no? Più che altro credo che ci voglia soltanto la volontà! Una volontà che al di là dei luoghi comuni, delle facili e comode strumentalizzazioni, unitamente alle semplici dichiarazioni d’intento, oggigiorno manca chiaramente a tutti coloro che hanno non il diritto ma il dovere di agire in tal senso in nome di una umanità concretamente compiuta.

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *