Ci siamo: il romanzo: “IL GLORIOSO” si trova in tipografia e dopo anni di stesura attende solo di essere stampato.

Realizzato da Corrado Croce e Stefano Lesti, con la consulenza del presidente della S.S. Lazio Baseball, Sofball & Lacrosse 1949 Giuseppe Sesto, dello scrittore Ignazio Gori e della pluripremiata scrittrice Gabriella Canafotta ed edito dalla International Multisports Foundation, è una storia d’amicizia, una storia d’amore per il baseball e per la vita che non finirà nemmeno dopo la morte dei due protagonisti: il grande Giulio Glorioso, Mr. Baseball, tutt’ora il lanciatore più forte della storia del Batti e corri nonché detentore di record mondiali che restano imbattuti; e Roberto Marin, un campione, una vera e propria bandiera che ha sventolato alta nell’Olimpo del baseball nazionale e internazionale agli albori di questo bellissimo sport.

Una storia di migrazioni dal Friuli e dal Veneto dopo la Prima guerra e di nuove migrazioni in tempi più recenti in cerca di nuove esistenze e opportunità per affrontare e sconfiggere lealmente e laboriosamente destini avversi così come lo sport insegna a fare.

Una storia italiana per tramandare alle nuove generazioni gli eroismi sportivi e umani dei nostri nonni e padri, attribuendo loro quei meriti che seppur conquistati e non solo sui campi di gioco non gli vengono riconosciuti così come si dovrebbe.

Una storia che raccontando la nascita, l’evoluzione e le tecniche del baseball e softball mette in contatto mondi, culture, sessi, esperienze, conoscenze e generazioni diverse, legate però da un unico linguaggio universale che dallo sport all’arte ci rammenta la capacità di raggiungere traguardi importanti sentendoci tutti quanti parte di una unica squadra, quella umana, imparando o scoprendo come e perché occorra reagire ad ogni male sforzandosi di riuscire a trasformarlo finanche in radice di bene.

Una storia di peccati pagati a carissimo prezzo ma poi anche riscattati in virtù della forza eterna dell’amore, raccontati da una, due anime ritornate pure e limpide come luci in quel luogo dell’anima nel quale ogni rumore, sofferenza terrena e dolore tacciono per sempre, senza più limite alcuno di spazio e di tempo e senza più obblighi tranne quello di raccontare, tramandare la verità sulla vita, l’amore e la morte dopo averla scoperta.

Insomma, tante storie in una sola opera, impreziosita da fotografie e documenti inediti, oltre che dai contributi e gli interventi da parte delle massime istituzioni sportive nazionali e internazionali: Giovanni Malagò, presidente del Coni, Riccardo Fraccari, presidente della World Baseball Softball Confederation, Antonio Buccioni, presidente generale della S.S. Lazio, Francesco Tilli, presidente della Consulta dei Benemeriti e degli Aquilifer della S.S. Lazio nel mondo e Giuseppe Sesto, presidente della S.S. Lazio Baseball e Softball 1949, presidente dell’International Multisports Foundation e vicepresidente della Consulta dei Benemeriti e degli Aquilifer della S.S. Lazio nel mondo.

Stay tunes!

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *